Switch to english version:  

Come interpretare lo standard ANSI


 Budda    15 Dec 2016
 None    Guide

Negli ultimi anni sono stati introdotte le specifiche ANSI. Sono correntemente adottate da diversi produttori, e hanno costituito un successo nel migliorare la consistenza delle specifiche da parte dei diversi produttori.

Ma non sono perfette. Ecco come interpetarle correttamente.

Output l'output dichiarato è misurato dopo 30 secondi dall'accensione della torcia, in condizioni di test (batterie performanti, cariche, a temperatura ambiente).

Runtime il tempo dall'accensione fino a che l'output non raggiunge il 10% del valore iniziale. Quindi questo valore indica quanto tempo passa finché l'output cala fino al 10% del valore iniziale, ma non fornisce informazioni su come questo calo avvenga.

Per spiegarmi meglio farò un esempio pratico: ho 3 torce, tutte con output iniziale di 100 lumens. Quale di queste torce ha (o hanno) un runtime ANSI di 11 minuti?

ANSI RUNTIME.png

TUTTE e 3 le torce hanno lo stesso runtime ANSI, perché tutte raggiungono il 10% dell'output iniziale all'11esimo minuto dall'accensione.

Mi raccomando, non fatevi ingannare da runtime incredibilmente lunghi ad alte potenze.

Ricordatevi anche che i runtime vengono testati con le batterie con maggior capacità disponibile al momento del test.

Quindi, come faccio io, acquirente di torce, a sapere come si comporta una torcia per quanto riguarda il suo runtime effettivo (e cioé output nel corso del tempo)?

Alcuni produttori, come Olight, forniscono una descrizione semplice ma chiara e accurata (come: Turbo : 3'200 lumens per 2 minuti 1500 lumens per 120 minuti, High: 2500 lumens per 10 minuti 1500 lumens for 80 minuti, e così via); altri semplicemente indicano il runtime con le specifiche ANSI. Quindi dovrete cercare una recensione che abbia i grafici del runtime.

Candela: quanti lux ha la torcia a 1 metero.

Throw, cioé Tiro: è ricavato matematicamente con una formula a partire dal valore delle Candele. Se leggo 100 metri di tiro ANSI, cosa mi devo aspettare?

In base alla mia esperienza, se una torcia ha davvero 100 metri ANSI, significa che in buone condizioni ambientali (senza nebbia, bassa umidità, poche polveri nell'aria), sono in grado di distinguere in completa oscurità la forma di un oggetto molto grande, che è in contrasto con lo sfondo.

Quindi, distinguerò la sagoma di una casa che si trova in mezzo ad un campo. Non sarò in grado di  vedere se qualcuno muove le tende della casa.

Non sarò in grado di vedere se c'è un cane al cancello.  Se c'è un'auto nel garage, riuscirò a vederla se di colore bianco, mentre se è scura, e riuscirò a vedere bene la sagoma della targa (a prescindere dal colore dell'auto). Oggetti riflettenti possono essere visti anche a distanze superiori al tiro ANSI; se il materiale riflettente è di buona qualità.

In base alla mia esperienza, per avere un dato più realistico sul tiro di una torcia, divido almeno per 2 il tiro ANSI (cioé 100 meteri di tiro ANSI = 50 metri di tiro usabile).

Sebbene le specifiche ANSI debbano essere misurate con strumenti calibrati, a volte nei miei test misuro dei valori che sono completamente differenti dalle specifiche (non mi riferisco a piccole variazioni percentuali, o al fatto che misuro l'output iniziale mentre l'output ansi è misurato a 30" dall'attivazione). A volte ci sono grandi differenze, e non so perché.

Voglio infine ricordare che non ho bisogno di chiamare il Sig. ANSI per farlo venire e fargli testare le torce che produco, per poter mettere dei valori ANSI sulle scatole dei miei prodotti. Posso fare una tabella con scritto "ANSI data" con paint, senza dover fare nessun test.

Diffidate da specifiche troppo "ottimistiche".